Da tempo non vedevo un film su Mediaset. Secondo me stanno un po’ esagerando con le interruzioni pubblicitarie.
In pratica.
Inizia il film.
Die Hard con Bruce Willis e Samuel Jackson.

Dieci minuti e parte il primo blocco.
Anticipazione di programma / Blocco di 27 spot /Anticipazione di programma.
Ne approfitti per alzarti dal divano, prendere un gelato dal frigorifero, mangiarlo, finirlo, buttare le carte nel cestino, mandare affanculo uno su facebook.
Riprende il film. Cos’era? Ah si Die hard. Ok
Dieci minuti e altra interruzione.
Anticipazione di programma / blocco di 37 spot /anticipazione di programma.
Ne approfitti per lavare i piatti, passare lo straccio, svuotare la lettiera del gatto, fare una deframmentazione del disco, mandare affanculo tre persone su facebook.
Riprende il film? Cos’era? Die hard? E che è? Ah ma quello è Bruce Willis, mii quant’è invecchiato dall’ultima volta.
Dieci muniti e terzo blocco.
Anticipazione di programma. Blocco di 17 spot. Previsioni del tempo. Anticipazione di programma. Blocco di 17 spot. Anticipazione di programma. Intanto hai rifatto i letti, sei uscito a comprare le sigarette, hai fatto il tagliando alla macchina, hai fatto una riunione di condominio dove hai mandato affanculo tutta la scala e hai scritto tutta la citazione in giudizio dell’amministratore, sbloccato 26 utenti su facebook per poterli mandare affanculo.
Riprende il film. Che film è? Boh
Dieci minuti e attacca il quarto blocco, il più problematico.
Anticipazione di programma/ blocco di 27 spot/ anticipazione di programma/ telegiornale/ Anticipazione di programma/ blocco di 37 spot/ Anticipazione di programma.
Intanto ne hai approfittato per cambiare lavoro, fare un concorso in magistratura, vincerlo ed essere assegnato alla procura di Lampedusa, dimetterti, e fondare un’azienda specializzata in ricerche di sottomarini nucleari affondati, mandare affanculo tutta facebook.
Riattacca il film. Ma che è ‘sta roba? Quello sembra una faccia conosciuta, ah si è il figlio di Bruce Willis, anche lui fa l’attore dopo che il padre è morto il secolo scorso.
Dieci minuti e parte un altro blocco. Anticipazione di programma, blocco di 237 spot, anticipazione di programma, telegiornale. blocco di 220 spot, previsioni del tempo, blocco di 574 spot, anticipazione di programma, anticipazione di 123 spot, blocco di 147 spot, previsioni degli spot, telegiornale degli spot.
Intanto ne hai approfittato per fare testamento, finire le pratiche del suicidio assistito, fare una vacanza a Ventotene con gli amici più stretti per annunciare la tua volontà di praticare la dolce morte con una grande festa al tramonto con musiche new age, prendere residenza in Svizzera, fare un ultimo viaggio in Lapponia per vedere l’aurora boreale, mandare violentemente affanculo gente su twitter, instagram, watsapp, youtube e riprendere il giro su facebook.
Il film non riprende. Nemmeno a Mediaset si ricordano che film era. Per questo motivo Mediaset non finisce un film dal 1992. Poco male, riempiamo i buchi con un blocco di spot in replica. Intanto Piersilvio ne approfitta per comprarsi l’ennesimo gigantesco yacht con uno yacht all’interno. Torna da un giro intorno al mondo, giusto in tempo per la fine del blocco degli spot e l’inizio di un nuovo film: Die Hard 24 con il pronipote di Bruce Willis.